Elfi


l loro antico nome nordico è ALFR  

e indicava i geni della mitologia nordica,

simbolo delle forze dell’aria, del fuoco,

della terra e dei fenomeni atmosferici in generale.

Spiriti capricciosi, gli elfi, talvolta benevoli, talvolta malevoli,

sono dotati di una terribile potenza.

In origine pare che gli elfi siano stati concepiti come anime di defunti,

poi furono venerati anche come potenze che favorivano la fecondità.

Di qui la distinzione, nella mitologia nordica,

Un popolo meraviglioso dai tratti sottili,

che nonostante l’apparenza fragile è  dotato di forza ed agilità.

Hanno un grande senso della parità nei confronti di amici ed alleati.

Non si fanno comunque molti amici ma non dimenticano mai

quelli che hanno; nemmeno i nemici però.

Preferiscono stare lontani dagli umani, non gradiscono la compagnia dei nani

e detestano i maligni abitanti dei boschi,

Cantano ed amano la poesia, coraggiosi e mai incoscienti,

mangiano poco, bevono vino ed idromele,

anche se di rado li si vede eccedere nel bere.

Amano i gioielli artistici, la magia e le armi.

Questi vizi sono i loro unici punti deboli.

Gli elfi credono sia utile conoscere il linguaggio

di molte delle creature della foresta.

fra Dokkalfar, “elfi delle tenebre”, e Liosalfar, “elfi della luce”.


La Storia degli Elfi


Iluvatar li fece nascere sotto le Stelle, e tra tutte le cose,

è proprio la luce delle Stelle quella che essi amano di più.

Gli elfi erano immortali e vivevano a lungo quanto la Terra,

senza conoscere malattia e pestilenze,ma i loro corpi avevano la stessa

sostanza della Terra, e come essa erano passibili di distruzione.

Alti quanto gli uomini, gli elfi ne erano però più forti di cuore e di membra, e il

volgere degli anni edelle Ere portava loro non già vecchiaia,

ma altra bellezza e saggezza.

Potevano essere uccisi dalle armi o dal dolore, ma la loro non era che una

morte apparente, perchè la loro vita continuava nelle Aule di Mandos,

in Valinor, da dove col tempo possono tornare.

Gli elfi avevano occhi risplendenti della luce delle stelle che videro alla

nascita, capelli d’oro, d’argento o neri quanto l’ambra nera; emanavano luce,

e il suono delle loro voci era puro,dolce e vario come l’acqua di fonte.

La storia di questo popolo, benedetto da Iluvatar ma, perché immortale,

destinato alla malinconia e alla tristezza,è narrata con particolare 

affetto da Tolkien nei suoi libri.

La fine della Terza Era del mondo segnò la fine della permanenza degli Elfi

nella Terra di Mezzo, e nella Quarta Era, quella del Dominio degli Uomini,

l’ultimo Elfo salpò con l’ultima nave per le Aule di Mandos.


Sussurrato da Luli

Annunci

3 thoughts on “Elfi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...