Solstizio d’estate


Estate - Fata - Luli.11 mlm 2011

l solstizio d’estate ha spalancato le porte ad uno dei momenti più importanti dell’anno sotto ogni punto di vista, nondimeno quello esoterico. Noi gatti alleggeriamo il pelo, gli abiti diventano più corti, le intenzioni si rivelano più goderecce e le voglie più proibite. E quindi? Pensate che per gli spiriti sia diverso?L’avvento dell’estate, infatti,  è stato sempre considerato come un periodo di feste e celebrazioni: la vita raggiunge la sua massima esplosione e tutto sembra volgere in una situazione di ottimismo. I frutti vengono raccolti, le speranze sembrano concretizzarsi e le preghiere qualche volta tornano indietro. Vale la pena appunto di ricordare, come esempio, l’importanza storica che ha accompagnato da secoli la notte del solstizio d’estate, la data precisa di inizio di questa prodigiosa stagione.

 La notte del solstizio d’estate, conosciuta anche come la notte di San Giovanni (eredità del calendario liturgico), veniva attesa come un momento cruciale in quasi tutti i principali riti collegati al raccolto e alla natura. Basti pensare ai famosi falò che venivano (e tuttora vengono) accesi come simbolo di splendore solare, di buon augurio e di distruzione di ogni male. L’uomo si unisce al ciclo della vita e lo celebra, fondendosi con esso. Ma non si tratta solo di questo.

Lo spirito dell’estate

A livello energetico, l’estate è foriera di forza vitale e di emotività, sentimenti che raggiungeranno il loro picco proprio in Agosto, mese che è dominato guarda caso dal segno del Leone, la costellazione dell’incendio. Tutte la forze che vivono al di sotto e al di sopra della terra vengono attratte e scatenate dalla potenza di questo flusso, proprio dopo essere state risvegliate dal lungo sonno grazie al buongiorno della Primavera. Il segreto sta in questo: l’estate accende la sensibilità dell’uomo. I sentimenti canalizzati da questa energia naturale diventano più fertili e la sensazione sarà proprio quella di sentire di più, con tutto il cuore possibile. Pensiamo agli amori estivi: forse non è solo il disimpegno offerto dalla vacanza che li rende così facilmente realizzabili.

 Estate - Angelo -  Luli.11 mlm 2011

Elementali, Angeli e Demoni

Oltre agli uomini, anche altre entità risentono di questo clima lussureggiante. Proprio in questo periodo gli spiriti della natura, i cosiddetti Elementali, assumono forza e possono essere più facilmente percepiti dai sensi accorti del medium. Da qui nascono infatti molte leggende legate al solstizio d’estate ed ai giorni che lo seguono, secondo le quali può capitare facilmente di veder danzare le fate intorno agli alberi, unite in un cerchio. C’è chi pensa che queste danze portino malvagità per l’uomo e per il suo operato; d’altro canto c’è chi, più semplicemente, afferma che i folletti, così come è comune chiamarli, vengono pervasi dalla gioia di questa stagione, celebrandola con i modi che sono più caratteristici della loro specie: balli, allegria, ed ovviamente dispetti. Ahimè, non a caso mi capita di perdere così tanti baffi in estate.

 Attenzione però: questo clima di festa e di sogno diventa in questo modo territorio di caccia di tutte quelle entità che dei dispetti non si accontentano. Parliamo proprio di loro: i demoni

Estate - Demone -  Luli.11 mlm 2011

Se abbiamo detto che a livello energetico l’estate potenzia le sensibilità umana sotto ogni aspetto, e quindi anche quello onirico, dobbiamo necessariamente pensare che coloro che del male fanno un mestiere non perderanno sicuramente un’occasione così propizia per far danno. Ed è proprio su questo aspetto che faranno leva: rendere una trappola l’atmosfera da sogno che circonda le persone, facendogli perdere coscienza di sé e del loro essere razionale. Non c’è peggior equilibrio di quello che fa poggiare la testa sulle spalle dell’uomo. E loro lo sanno. Dall’altro lato della trincea, anche in estate si può contare però sulla protezione celeste. In particolar modo, gli angeli preposti ai tre mesi estivi fanno parte dell’ordine dei Troni, fino a metà luglio, e delle Dominazioni, fino ad Agosto. Queste due schiere angeliche che si danno il cambio nel cielo quasi a metà estate, saranno pronti ad infondere nell’uomo la forza necessaria per non fare della calda allegria una perdizione spirituale. Per coloro che non vorranno perdersi, quindi, ricordo che i Troni governano l’intelligenza (niente di meglio in un periodo in cui gli esami vanno a concludersi), il ragionamento e l’eloquenza intellettuale. Le Dominazioni invece governano la grazia, ovvero quell’atteggiamento equilibrato ed elegante al tempo stesso che fa realizzare le cose senza eccedere, il saper essere che abbraccia il voler fare. Il cielo sarà più sgombro e le stelle non sembreranno tanto lontane. Un dialogo quindi sembra possibile.

L’elemento

Infine, per gli appassionati di alchimia ed ermetica, occorre ricordare che l’elemento tipico dell’estate è lo zolfo: l’aria carica di calore, processo denominato sulfurizzazione, crea e al tempo stesso incornicia la forza esoterica di questo elemento, che da secoli è collegato non solo alla furia dei vulcani ma soprattutto al manifestarsi di fenomeni paranormali. Lo zolfo era uno degli elementi più comunemente utilizzati nei riti di evocazione degli spiriti ma soprattutto dei demoni: rimane ancora oggi, infatti, il luogo comune secondo il quale se c’è puzza di zolfo, c’è puzza di diavolo. Per questo lo zolfo ha sempre assunto, nonostante le fenomenali capacità terapeutiche, un ruolo quasi in antitesi rispetto al più divino incenso, purificatore dello spazio e dell’ambiente. Ma non sempre è così. Lo zolfo, odore dell’estate, rappresenta semplicemente il calore al massimo del suo apice, lo stesso respiro interno della terra sulla quale abitiamo.

L’estate quindi sembra essere un periodo di divertimento un po’ per tutti, in cui le varie forze in gioco si sbizzarriscono in un torneo di emozioni e sensazioni, che faranno poi da fondamenta ai buoni propositi dell’autunno, quando il ciclo ricomincerà a svolgere il suo giro millenario.

Estate - ramo fiorito -  Luli.11 mlm 2011

“Tanti auguri mamma”

Sussurrato da Luli

Annunci

11 thoughts on “Solstizio d’estate

  1. Mi sembrava di essermi già iscritta al tuo blog ma non ho mai ricevuto gli avvisi di pubblicazione; l’ho ripetuto adesso e spero che questa volta funzioni….
    Queste tue conoscenze su questi argomenti c sono davvero particolari ed interessanti…. Per me non sono molto familiari: si tratta di astrologia? come la si deve definire?

  2. “ESOTERISMO”

    “Nel 1992 Antoine Faivre, titolare della cattedra di “Storia delle correnti esoteriche nell’Europa moderna e contemporanea” all’EPHE di Parigi, ha proposto la prima definizione storico-religiosa della nozione di esoterismo. Secondo Faivre, il quale metodologicamente circoscrive la sua analisi all’ambito delle correnti moderne e contemporanee dell’Occidente, è esoterica ogni dottrina e forma di pensiero che si basi sui quattro principi seguenti:
    l’esistenza di una corrispondenza analogica tra il microcosmo e il macrocosmo (l’essere umano e l’universo sono l’uno il riflesso dell’altro);
    l’idea di una natura viva, animata;
    la nozione di esseri angelici, di mediatori tra l’uomo e Dio, ovvero di una serie di livelli cosmici intermedi tra la materia e lo spirito puro;
    il principio della trasmutazione interiore.
    A questi quattro principi fondamentali vanno aggiunti i due seguenti, considerati complementari:
    5. la pratica della confluenza delle fonti dottrinali;
    6. il principio della trasmissione iniziatica.
    È evidente che a tali criteri corrispondono le maggiori espressioni di quello che comunemente viene chiamato “esoterismo” occidentale, quali l’alchimia, la cabala, l’ermetismo, la teosofia. I criteri di Faivre però lasciano fuori dalla nozione di esoterismo la maggior parte delle correnti new age e neopagane, come pure le tradizioni massoniche e le tante correnti mistiche minoritarie, occidentali ed orientali, che hanno contribuito a fondare l’esoterismo contemporaneo. Per tale motivo (cioè per il fatto che tali criteri siano poco “comprensivi”), la criteriologia di Faivre è stata criticata da altri storici delle religioni, per esempio Kocku von Stuckrad. Ciò nonostante, essa resta un punto di riferimento centrale per tutti coloro che si interessano seriamente di esoterismo e vogliono studiare quest’ultimo dal punto di vista storico-religioso.”

    (Ti ringrazio per esserti iscritta al mio blog, spero che adesso ti arrivi la notifica, ho controllato e sei presente) … a presto Luli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...