La fata delle stelle cadenti


n queste notti d’estate, quando il profumo del gelsomino,

della ginestra o dei fiori d’arancio invade i nostri sensi e

dolci pensieri si trasformano in desideri,

potremmo rivolgerci alla Fata delle Stelle cadenti.

 Lei può apparirci improvvisamente in tutto il suo incantevole mistero,

sia mentre manifesta la sua presenza,

sia formulando la richiesta nelle notti di Luna

Nuova e nella notte di San Lorenzo.

In questo caso, si accendono tre candele gialle

e una miscela formata da mirto, petali di rosa, verbena, anice,

essenza d’ambra e incenso reale,

e indossando un gioiello a forma di stella in oro,

si recita la sua invocazione:

‘accende nel cielo la Luce di una Fata,

scende una perla dal volto della Dea,

 si ferma per un attimo la notte innamorata e

un fiore d’infinito per incanto crea.

 Sussurrato da Luli 

da “Rituali e incantesimi della Magia delle Fate” – Ed. Rebis

12 thoughts on “La fata delle stelle cadenti

  1. Le candele gialle ce l’avevo.
    La miscela formata da mirto non l’avevo bevuta tutta e ce l’avevo.
    I petali di rosa pure erano facili da trovare
    Per la verbena sono stato già in difficoltà, ma mi hanno aiutato…
    Per l’anice ho usato la sambuca
    L’incenso l’ho chiesto al parroco
    Il gioiello a forma di stella in oro l’ho scippato per strada.

    Ma dove la trovo l’essenza d’ambra ?

    Niente ambra… Di fate manco l’ombra !

    Qualcosa di più facile ?

  2. Pingback: buona settimana Bab con affetto… « Bab

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...