La volpe e la bambina


clicca sull'immagine

clicca sull’immagine

na bambina, passeggiando nel bosco, s’imbatte in una volpe. Il suo desiderio di poterla accarezzare e la voglia di poterle diventare amica diventeranno il suo unico motivo di vita: la bambina, che abita in una casa poco distante dal bosco, si reca ogni giorno nel luogo dove l’ha trovata la prima volta per poterla avvicinare, ma la volpe accetta soltanto di essere guardata, ma non toccata. Un giorno, due lupi stringono la volpe su un tronco, con l’intento di assalirla e mangiarla. La bambina, riesce a far fuggire i predatori e a salvare la sua amica, che in cambio le permette di accarezzarla e di conoscere i suoi cuccioli. Da quel giorno inizia un nuovo tipo di rapporto tra la volpe, battezzata Titù dalla bambina e la stessa, che cerca col tempo di addomesticare l’animale, contro il suo volere, tanto da rischiare di farla morire.

La trama, racconta, quasi senza parole, l’incredibile incontro tra una bambina di dieci anni che vive in una casa tra i monti e un esemplare di volpe (in seguito, si scoprirà che si tratta di una femmina).Tutto comincia con uno sguardo tra le due, un lampo di interesse e di mutuo riconoscimento che lampeggia negli occhi di entrambe: e la bimba decide di diventare amica dell’animale. A tutti i costi. E così, dopo un inverno trascorso in casa sia per il maltempo sia per un piede fratturato, la nostra giovanissima eroina comincia, con infinita pazienza, a fare la posta alla volpe. 

clicca sull’immagine

All’inizio prevedibilmente diffidente, l’animale comincia pian piano ad avvicinarsi. E così, alla fine, tra di loro si instaura davvero un’amicizia. La bambina salva la volpe dai lupi, la volpe veglia la bambina che si perde di notte nella foresta. Ma il loro legame è qualcosa di fragilissimo: la piccola umana tenta infatti di addomesticare l’animale, cosa che la volpe non può accettare… Morale della favola, secondo il regista: “Imparare il rispetto della natura, il rispetto dell’altro, dei limiti da non superare per non snaturare ciò che, più di tutto, si desidera possedere”.  

E, data l’intensità e la passione con cui la storia viene narrata, non sorprende che all’origine ci sia un’esperienza autobiografica del regista  “Da bambino, nell’Ain, passavo il tempo correndo nei boschi – ha raccontato Luc Jacquet. – e l’immagine del mio incontro con una volpe mi è rimasta scolpita nella mente. Lei si è girata, mi ha guardato con un’intensità che mi ha sconvolto, ed è fuggita via. Praticamente, è la prima scena di questo film”. La differenza è che lui, pur essendo tornato lì il giorno dopo e in quelli successivi, non l’ha mai più rivista.

La pellicola nasce dunque da questo desiderio impossibile, da questo rimpianto rimasto sepolto nel cuore del suo autore. E poi c’è il fatto che la volpe, fra tutti i possibili esemplari, gli è sembrato il più adatto a “esplorare il legame conflittuale e paradossale che unisce l’uomo all’animale selvatico”.

    

Ma c’è un altro elemento essenziale della storia, ed è il suo essere centrata su una delle più impalpabili emozioni umane, lo stupore: “Ho l’impressione che al giorno d’oggi abbiamo perso questa capacità di stupirci – ha commentato Jacquet – abbiamo perso quell’intima relazione che avevamo con la natura”. Ben venga, allora, il cinema, “che dà i mezzi per integrare tutte queste esperienze e poterle così condividere”.

clicca sull’immagine

Scritto da Claudia Morgoglione

Sussurrato da Luli

Advertisements

9 thoughts on “La volpe e la bambina

  1. Bellissime immagini che evocano un tempo passato quando l’estate la trascorrevo in campagna e le favole, tutte, avevano per protagonisti gli animali, un tempo passato di cui sento una nostalgia, una nostalgia che non so descrivere … grazie per avermi regalato questa storia che non cooscevo. Ciao Lucia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...