La tredicesima luna è Blu


uando ancora si seguiva un ciclo lunare e non solare come oggi, per gli Antichi l’anno incominciava con il solstizio invernale e da qui si iniziava a contare le lune. Ogni stagione ha di norma tre lune piene, ma poiché il ciclo della luna, come quello femminile, è di 28 giorni, mentre ogni mese ne contiene mediamente trenta, accade che 7 volte ogni 19 anni si verifica una stagione con quattro lune piene, dando luogo al tredicesimo plenilunio. Era considerato molto importante, sacro e potentemente magico fin dall’alba delle civiltà del nostro pianeta, partendo dagli insediamenti matriarcali Est-europei ritrovati dall’archeologa Gimbutas interamente ricoperti di simboli lunari e femminili, risalenti in alcuni casi addirittura a 30.000 anni fa, agli Egizi e ai Babilonesi, accreditati astronomi e astrologi, ai Greci e ai Romani, agli Orientali e Mediorientali, ai Popoli del Grande Nord (Druidi, Celti).

Luna Blu è il nome con cui venne chiamata la tredicesima luna piena. L’origine del termine è controversa, perché il suo significato è cambiato nel tempo. Si suppone venga dagli studi di Keplero, astronomo e scienziato vissuto nella seconda metà del VI secolo, il quale osservò che la tredicesima luna assumeva una colorazione azzurrognola della cui natura non sapeva dare spiegazioni ma che è dovuta – oggi lo sappiamo dagli studi dell’esperto di ottica atmosferica Les Cowley – a piccole gocce di acqua sospese nell’atmosfera nel momento in cui la luna è più bassa all’orizzonte: quando le gocce d’acqua sono di circa 1 micron (un milionesimo di metro) di diametro, lo spettro rosso e verde della luce si disperde, permettendo il passaggio di una ristretta gamma di colori. Solo allora le corrette lunghezze d’onda dei raggi di luna fungeranno da filtro blu. Ecco perchè un raggio di luna bianco che passa attraverso questa specie di nebbia assume il colore blu. Nubi di cristalli di ghiaccio, finissimi granelli di sabbia, cenere vulcanica o fumo di foreste in fiamme potrebbero avere lo stesso effetto.

In seguito, in era moderna, almanacchi per agricoltori (“Maine Farmers’ Almanac”- 1937) e riviste scientifiche amatoriali (“Sky & Telescope” – 1943) tentarono di spiegare il nome Luna Blu con riferimenti a calendari con scadenze stagionali, a incomprensioni nella traduzione del nome da altre lingue e via così, sempre allo scopo di ridurre a puro e casuale evento scientifico qualcosa che invece ha una peculiarità ben precisa.

RUOLO TRADIZIONALE DELLA LUNA BLU

Nella mitologia greca la Luna Blu era una festività dedicata alla Dea Artemide, tradizionalmente rappresentata come la vergine lunare che percorre boschi e foreste in compagnia delle sue ninfe fedeli, armata di arco e frecce. Largo spazio veniva dato agli aspetti di dea della fecondità e di dea guerriera, valenze che riportano a sfumature dei complessi significati metafisici della Luna Blu, di cui si parlerà nelle prossime righe.

Il popolo romano la identificava con Diana e l’assimilava alle altre due dee lunari, Selene ed Ecate.

Nella tradizione Avaloniana la Luna Blu era associata a Branwen (figlio di Llyr del secondo ramo dei Mabinogion), il quale fungeva da ponte spirituale fra due nazioni, l’Irlanda e l’Isola dei Potenti. Branwen inoltre rappresentava il centro del cerchio, il susseguirsi infinito dei cicli, il punto di partenza e il punto di ritorno, tutte tematiche familiari a questa lunazione.

Negli ambienti neopagani questa luna è detta anche “Luna delle Streghe” o “Luna di Potere”, in quanto per il suo potenziale è considerata notte particolarmente indicata per la divinazione.

Nella comunità scientifica invece è vissuta come un raro evento astronomico da osservare con attenzione e curiosità.

Per tutti quanti gli altri, che spesso addirittura non fanno neppure caso a quale ciclo la luna stia attraversando nell’ambito di un comune calendario, la Luna Blu è solo un’altra luna piena

Clicca sull'immagine

Clicca sull’immagine

SIGNIFICATO METAFISICO

Ma il significato più intrigante la colloca nel ruolo di evento eccezionale, quello che quando arriva è osservato con timore e rispetto: in questo specifico caso poi, capitando – per nulla casualmente – nella notte dell’ultimo giorno dell’anno, amplifica e direziona con estrema precisione e sincronicità le sue potenze sottili cavalcando e scavalcando la fine di un ciclo.

La Luna Blu, comparendo come Luna Piena, innanzi tutto dal punto di vista astrologico si presenta portando all’apoteosi l’esplosione e la diffusione a raggiera di tutte quelle percezioni, emozioni e sensibilità profonde che scatena come sua peculiarità di evento celeste; ciò predispone un certo tipo di personale radar sottile per elaborare e interpretare le varie emanazioni e influenze del momento. Dopo una tale presentazione, essa avanza nella salita al suo apogeo portando l’altro suo potente significato: il definitivo termine di un ciclo dalla cui soglia si accede al principio di un altro, mostrando in modo freddo e deciso che i vecchi sistemi devono finire per favorire le trasformazioni richieste. E non è un semplice passaggio di comune trasformazione, lento, graduale: è duro, sofferto, immediato, crudo e risolutivo. Avviene letteralmente da un giorno all’altro rivoluzionando completamente e totalmente gli eventi futuri, sconvolgendo i precedenti schemi e impostazioni.

Impone a sé stessi di comprendere quali decisioni sono state rimandate e/o mai prese in considerazione, e agire di conseguenza in quanto è giunto inesorabilmente il momento adatto nel corso dei tempi.

Ma è pur sempre una scelta, influenzata dalla personale predisposizione: significa che comunque, sia che si decida di procedere o no, il momento è arrivato. Se si è pronti a coglierlo e cavalcarlo, ha in sè la potenza per spalancare futuri impensabili.

ELEMENTI DELLA NATURA PROTAGONISTI

La parziale sottrazione alla calda influenza del Fuoco del Sole raffredda l’avvolgente magnetismo lunare a favore di una consistenza più Ariosa, che potrebbe mostrare il filo intransigente della Spada, parafrasi per il concetto di Giustizia che riporta bruscamente equilibrio e armonia in situazioni che stanno scivolando o sono già scivolate in un forte sbilanciamento.

Curiosamente, una eclissi sembrerebbe diminuire la potenza energetica di un corpo celeste secondo un’osservazione scientifica, in quanto un oscuramento anche parziale è pur sempre una limitazione alle normali emissioni di un astro nel cosmo: ma dal punto di vista metafisico risulta invece come un’alchimia di altri elementi che entrano in gioco con il loro passaggio, e una concentrazione di energia mirata. Ecco perché durante il periodo in cui operano i suoi influssi, la Tredicesima Luna ha davvero una fortissima potenza, e il significato epocale che porta incide un profondo segno in questo esatto momento temporale.

Dalle Cronache delle Terre Occidentali, IV, 16

idero i Cinque Torrioni bassi del castello e compresero di essere giunti; i Vessilli Blu ricordavano loro il sogno ed il sacro patto che li univa da venticinque anni. Gli eredi dei totem dei Danai, che di cigni si erano fatti scudo nei tempi ventosi, li accolsero con il Sole ancora al primo quadrante per l’ora non tarda e la Dea Blu li benedisse in silenzio.

’era tempo per i riti e per le offerte, per gli abbracci e per le canzoni, per il vino e le parole che scaldavano il cuore, prima che la Luna Piena sorgesse dalle colline azzurre.

Scritto da Giovanna Benfenati

 

uesta sera del 31 agosto 2012 ricorre la luna,

ovvero la luna blu:

“alzate gli occhi al cielo per ammirarla

e farvi inondare da suoi raggi luminosi.



Sussurrato da Luli

5 thoughts on “La tredicesima luna è Blu

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...