Unicorno


secret-valley-of-unicorns

Unicorni splendide e misteriose creature, dai grandi poteri magici e incantati. I loro corpi armoniosi coperte da uno splendido manto bianchio, le loro scure teste aggraziate e da profondi occhi di un blu, coronate da un magnifico quanto fatato corno detto: “Alicorno”. Dal carattere dolce pacifico, infatti si narra che non calpestino l’erba né si nutrono di altri animali

 Queste meravigliose creature tanto pure, portano sulla loro fronte il corno fatato, capace di cose straordinarie.

Ci sono malvagi maghi ed orribili mostri del male che cercano da secoli di impossessarsene, vorrebbero uccidere gli Unicorni per assimilarne la forza e l’energia, allo scopo di diventare potenti ed invincibili. Però, data l’innocenza di questo docile e ammirabile animale capace gesta straordinarie, non è facile poterlo catturare.

Il Bianco Cavallo è aiutato da una incantevole nonché potente Fata dal nome Kaya. Con grande forza e astuzia combatte demoni e stregoni, per salvaguardare e mantenere la forza degli Unicorni pura, divenendone ormai da lunghissimo tempo la protettrice.

Fata unicorno Anne Stokes

Non è facile poter incontrare l’Unicorno, queste amabili creature, vivono in un mondo pieno di luce di  magnifici Boschi di un verde lussureggiante e laghi formati da vertiginose cascate. Un mondo popolato da esseri fatati e creature invisibili, che vivono in mirabili castelli dai colori splendenti dove straordinari sogni possono divenire una meravigliosa realtà. 

Il mito dell’unicorno affonda le sue origini in Oriente,: viene infatti descritto per la prima volta nel Li-Ki come uno dei quattro animali benevoli, insieme al drago, alla fenice e alla tartaruga.

Il suo nome originale era K?i-lin, nome che secondo la tradizione cinese riuniva in principio maschile e quello femminile, ed era raffigurato come un grande cervo con coda di bue e zoccoli di cavallo, armato di un solo corno, dai peli dorsali di cinque colori e da quelli del ventre gialli o bruni: non calpestava erba viva ne uccideva animali viventi, e compariva solamente nel momento in cui venivano al mondo dei regnanti perfetti.

unicorno foresta anne stokes

Dall’Oriente il mito dell’unicorno giunge nell’antica Grecia, tramite lo storico Ctesia. Nel VI secolo a.C., egli stesso narrava, di aver visto un “asino simile ad un cavallo con un solo corno”.

Perfino William Shakespeare, in epoca rinascimentale, si riferiva ad esso come ad un “animale incredibile” nel III atto de La Tempesta.

Il perché di tanta fama e di tanto interesse va ricercato nei poteri che gli venivano attribuiti. Si diceva che l’unicorno fosse un animale molto docile, incapace di fare del male e dotato di una particolare sensibilità che lo rendeva capace di evitare imminenti pericoli. Si diceva anche che fosse talmente prezioso che sulla terra se ne trovasse solo uno vivente per volta.

Sappiamo già che il corno magico dell’Unicorno viene chiamato “Alicorn” ed il suo tocco è talmente potente da poter salvare dalla morte un essere umano. Si è sempre pensato alla magia di questo corno tant’è che perfino i re credono che questo alicorno possa proteggerli dal male,  quindi anche loro lo cercano con molta forza e vigore.

takaki tuiokuno

Una Leggenda racconta che, se si metteva il corno al centro di un tavolo e questo improvvisamente cominciava a diventare umido, ciò significava che il cibo era avvelenato.

Molte Leggende raccontano che sulla terra si trova solo un Unicorno vivente, sempre e soltanto UNO solo, così che il corno è una cosa molto rara da trovare e talmente prezioso da poter essere venduto al prezzo del suo peso in oro moltiplicato per dieci.

Un’altra Leggenda vuole che l’Unicorno sia un animale così puro che si lascia cavalcare solo da fanciulle vergini e dal cuore candido e solo se è l’unicorno stesso a desiderarlo. Se tra le due razze si instaura un rapporto di fiducia e lealtà, l’unicorno resterà fedele alla fanciulla per tutta la vita, le resterà sempre al suo fianco, proteggendola da ogni pericolo. per questa ragione che spesso l’unicorno veniva raffigurato cavalcato da una vergine.

unicorno e lady bia (1)

(Fine prima parte)

Sussurrato da Luli

One thought on “Unicorno

  1. Che meraviglia! Ho sempre amato le creature mitologiche, in particolare i draghi…certo che, però, l’unicorno ha una leggiadria ed uno splendore che nessun’ altra creatura possiede!
    E’ bello coltivare la fantasia e mi piacerebbe credere che, prima o poi, ne incontreremo uno, magari soltanto di sfuggita mentre si abbevera in un ruscello…
    Buon fine settimana

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...