Il mondo delle Sirene


Sai cosa bisogna fare per vivere nel mondo delle sirene?
Devi scendere in fondo al mare, molto lontano.
Così lontano che il blu non esiste più.
La dove il cielo non è che un ricordo.
E quando sei là, nel silenzio, ti fermi e…
Se decidi che vuoi morire per loro
E restare con loro per l’eternità,
Allora le sirene vengono verso di te,
A giudicare l’amore che gli offri.
Se è sincero, se è puro, allora…
Ti accoglieranno per sempre.

Jaques Mayol

Eimi are water spirits that only dwell on one island. They are nether good or evil but are shadows in the war.

Sussurrato dafiori_7 Luli

L’Amore di Eco respinto da Narciso


Echo and Narcissus painting by John William Waterhouse .:

La prima versione completa e dettagliata del mito di Narciso ed Eco è quella che compare nel terzo libro delle Metamorfosi, poema epico-mitologico del grande poeta latino Ovidio. Tra le storie della mitologia greca, quella di Narciso ed Eco è probabilmente la più conosciuta, vi si narrano le vicende del giovane Narciso la cui bellezza, pari a quella di un dio, fu causa della sua stessa rovina, e quella della giovane Eco maledetta dalla dea Era:

“Narciso era figlio della ninfa Liriope e del fiume Cefiso che, innamorato della ninfa, la avvolse nelle sue onde e nelle sue correnti; da questa unione nacque un bambino di indescrivibile bellezza e grazia. La madre, poichè voleva conoscere il destino del proprio figlio, si recò dal vate Tiresia per sapere il suo futuro.

Era questo il più grande fra tutti gli indovini che la sorte aveva reso cieco perché aveva osato porre i suoi occhi sulle nudità della dea guerriera Atena che, dopo averlo punito per la sua audacia rendendolo cieco, gli fece dono del vaticinio.

Tiresia dopo aver ascoltato le richieste di Liriope le disse in tono greve che suo figlio avrebbe avuto una lunga vita se non avesse mai conosciuto se stesso. Liriope, non comprese la profezia dell’indovino, andò via e con il passare degli anni dimenticò quanto gli era stato profetizzato.

Gli anni passarono veloci e Narciso cresceva forte e di una bellezza tanto dolce e raffinata che tutte le persone che lo guardavano, fossero esse uomini o donne, si innamoravano di lui. Era però un ragazzo insensibile e vanitoso e la sorte volle che la storia di Narciso si incrociasse con quella della ninfa Eco, incontro nefasto che rappresentò la rovina di entrambi i giovani.

Si narra che la sposa di Zeus, Era, la cui gelosia era nota a tutti gli dei e a tutti i mortali, era sempre alla ricerca dei tradimenti del marito e, sfortuna volle, che un giorno si rese conto che la compagnia e le continue chiacchiere della ninfa Eco, altro non erano che un modo escogitato dal marito per tenerla a bada e distrarla. Fu così grande la sua rabbia quando apprese la verità che la sua ira si manifestò in tutta la sua potenza: rese Eco destinata a ripetere per sempre solo le ultime parole dei discorsi che le si rivolgevano.

Un giorno, mentre Narciso era intento a vagare nei boschi e a tendere reti tra gli alberi per catturare i cervi, lo vide la bella Eco che, non potendo rivolgergli la parola, si limitò a rimirare la sua bellezza, estasiata da tanta grazia. Per diverso tempo lo seguì da lontano senza farsi scorgere e Narciso, intento a rincorrere i cervi, non si accorse di lei, nè si accorse che si era allontanato troppo dai compagni smarrendo il sentiero.

Narciso iniziò a chiamare a gran voce, chiedendo aiuto. A quel punto Eco decise di mostrarsi a Narciso rispondendo al suo richiamo di aiuto e si presentò protendendo verso di lui le sue braccia offrendosi teneramente come un dono d’amore.

Narcissus and Echo. Solomon Joseph. England. 1895:

Narciso alla vista di quella ragazza che si offriva a lui fuggì inorridito, tanto che la povera Eco vergognandosi, scappò via, si nascose nel bosco e cominciò a vivere in solitudine con un solo pensiero nella mente: la sua passione per Narciso; questo pensiero era ogni giorno sempre più struggente tanto che dimenticò anche di vivere ed il suo corpo deperì rapidamente fino a scomparire e a lasciare di lei solo la voce. Da allora la sua presenza si manifesta solo sotto forma di voce, la voce di Eco, che continua a ripetere le ultime parole che gli sono state rivolte .

A questo punto, gli dei vollero punire Narcisco per la sua freddezza ed insensibilità e mandarono Nemesi, dea della vendetta, la quale fece si che il giovane, chinandosi su una fonte per bere un sorso d’acqua, s’innamorasse della sua immagine riflessa; immediatamente il suo cuore iniziò a palpitare e a struggersi d’amore per quel volto così bello, tenero e sorridente.

Narciso rimase a lungo a rimirarsi presso la fonte, cercando di afferrare quel riflesso senza accorgersi che i giorni scorrevano inesorabili, dimenticandosi di mangiare e di bere, tanto che infine il giovane morì presso la fonte che gli aveva regalato l’amore anelando un abbraccio dalla sua stessa immagine.

Quando le Naiadi e le Driadi andarono a prendere il suo corpo per collocarlo sulla pira funebre si narra che al suo posto fu trovato uno splendido fiore bianco che da lui prese il nome di Narciso.”

Sussurrato dafiori_7 Luli

Il vero amore non lascia tracce


Christian Schloe - The River...moon art:

Il vero amore non lascia tracce

Come la bruma non lascia sfregi
Sul verde cupo della collina
Così il mio corpo non lascia sfregi
Su di te e non lo farà mai
Oltre le finestre nel buio
I bambini vengono, i bambini vanno
Come frecce senza bersaglio
Come manette fatte di neve

Gary Walton - Lighthouse II:
Il vero amore non lascia tracce
Se tu e io siamo una cosa sola
Si perde nei nostri abbracci
Come stelle contro il sole
Come una foglia cadente può restare
Un momento nell’aria
Così come la tua testa sul mio petto
Così la mia mano sui tuoi capelli
E molte notti resistono
Senza una luna, senza una stella
Così resisteremo noi
Quando uno dei due sarà via, lontano.

Leonard Cohen

The Soul is Full of Longing by Christian Schloe:

Happy Birthday to you fiori_7Sussurrato da Luli

Victor Nizovtsev : Quando l’arte diventa fiaba


“Cerco di dare qualcosa per il cuore, per l’anima e per gli occhi.” 

Victor Nizovtsev.

Floating on a dream art Victor Nizovtsev:

Goodnight Moon art

Victor Nizovtsev, pittore contemporaneo di origini russe, nato nel 1965 in una città della Siberia centrale la città di Ulan-Ude vicino lago Baikal.
Attualmente risiede negli Stati Uniti dove prosegue la sua carriera artistica riscuotendo un meritatissimo successo, ma è in Russia che ha avuto avuto inizio la sua formazione entrando già all’età di 9 anni alla Scuola d’Arte Kotovsk per bambini fino a laurearsi all’Università di Vera Muhina per le Industrie Artistiche a San Pietroburgo.
La sua tecnica prevede la pittura ad olio e i soggetti che dipinge sono principalmente figurativi e caratterizzati da un’atmosfera fantastica, ma si diletta anche in nature morte dando dimostrazione di un realismo davvero notevole. L’ispirazione arriva dai ricordi d’infanzia, dalle tradizioni russe e dalla mitologia greca, da altri pittori del passato, e tutto questo emerge dalle sue tele. Victor Nizovtsev immerge l’osservatore in un mondo immaginario popolato da creature fantastiche, dove dominano la bellezza e la magia, avvolte in sfumature dorate che rapiscono lo sguardo. Tra queste creature spiccano senz’altro le sirene, che Victor ha più volte esaminato in una serie di dipinti. Incantevoli donne dai cappelli rossi, ricordano molto lo stile di Klimt e la sua elevazione della figura femminile in tutto il suo fascino, impreziosita ancor più da alcuni dettagli in oro.

Victor Nizovtsev pittore Russo:

Dreams

 

“Spero che i miei quadri diano alla gente un piccolo assaggio della loro infanzia e ispirerà le loro storie. Come l’infanzia stessa, il mondo dei miei quadri non ha regole restrittive. E ‘veramente un mondo dove tutto è possibile e tutto è intrigante. Potete vedere scorci di realtà nel mio lavoro, ma questi hanno senso solo se si guarda a loro con gli occhi di un bambino. Noi adulti invidiamo la capacità dei bambini di sospendere le convinzioni e vedere il mondo senza preconcetti. Spero che i miei quadri forniscano un piccolo ingresso in quel mondo dell’infanzia.” Victor Nizovtsev.

Victor+Nizovtsev:

Choiches

 

Victor crede molto nei bambini, nei loro cuori innocenti e quegli occhi pieni di vita e spensieratezza. Li rende protagonisti di molti suoi dipinti avvolgendoli nelle ambientazioni fiabesche che caratterizzano la sua pittura. Spesso sono accompagnati da figure più anziane, che rievocano il rapporto tra nonni e nipoti, creando così atmosfere ancora più familiari, accoglienti e toccanti.

“La maggior parte delle persone con cui sono cresciuto erano di umili origini, lavorando nei campi e nelle aziende agricole. Potete vedere questo nei miei quadri. Le storie e i volti di queste persone, quelli con cuore grande, le mani callose e gli occhi sorridenti, vivono nella mia immaginazione e mi forniscono ispirazione senza fine.” Victor Nizovtsev.

Vi lascio ammirare alcune dei suoi fiabeschi dipinti. visitando la sua galleria dove troverete anche altre sue riflessioni sulla sua incantevole arte.

Dreams art Victor Nizovtsev:

Dreams

Sussurrato da fiori_7Luli

Fata


Overnight Sleeping Flower Fairy ~ James Browne:

Tu che nasci nel rosa dell’aurora,
Prosperi stupendi più d’ogni creatura,
giacchè rugiada fresca ti alimenta,
Brezza mite ti culla,
e sole caldo ti bacia.
tu che cosi raffinata volteggi,
tra spighe bionde dì grano,
e papaveri amaranti
e poi ti sposti,
su boccioli in fiore,
tu che dì essi sai ogni nome,
ogni trama ed ogni odore,

Field of flowers:
tu che raccogli zagara,
e l’adagi tra i capelli,
tu che vesti petali dì rose,
e calzi foglie d’edera acerba,
e poi graziosa e libera,
con ogni erba che ti accarezza,
svaghi e canti da sola.
tu che ti assopisci
in un campo dì margherite,
e poi al risveglio,
corri al mare,

"Who would be A mermaid fair, Singing alone, Combing her hair Under the sea, In a golden curl With a comb of pearl, On a throne?" Alfred Lord Tenyson:
per rinfrescarti tra la spuma delle onde
e poi lì fermarti come a meditare.
tu, fata senza tempo,
in questo spazio chiamato mondo,
al crepuscolo su alte cime,
ti elevi in volo,
poi lenta, vai su fino al cielo,
e tra fulgori d’oro e d’argento,
eterna ti addormenti,
sulla tua amica luna.

Fairy: 

Sussurrato da Luli

Angie


Cicely Mary Barker - Flower Fairies of the Trees - Guelder Rose Fairies:

La vita è fatta di ricordi

ma questo ricordo non è mai esistito

… e allora io lo invento 

dai racconti fatti

da chi invece ti ha conosciuta

e tenuta in braccio

dicono  fossi Bellissima

dai capelli nero corvino e

la pelle chiarissima 

insomma ti descrivono tutti

come il più bel visetto mai visto

 un visetto da Angelo …

Cicely Mary Barker - Flower Fairies of the Spring - The Ladys Smock Fairy Painting:

Io invece

quando ti penso immagino 

“e ti ricordo così”…

i nostri capelli di un bruno e dorato

 mischiarsi nel vento

come onde dorate dall’alba

al tramonto rincorrersi

Come in un sogno …

Adagiarsi e dormire

sorelle per sempre.

♥ Sleeping with Mermaids by Christina P.Wyatt website at http://www.cpwyatt.com/index.php:

a Angie ... la vita è un soffio Sussurrato da  Luli

le Sirene


Along the Strait of Ara Lulia (Assassin's Creed concept by R. Lacoste):

Indi più lungi navigò, più triste.
E stando a poppa il vecchio Eroe guardava
scuro verso la terra de’ Ciclopi,
e vide dal cocuzzolo selvaggio
del monte, che in disparte era degli altri,
levarsi su nel roseo cielo un fumo,
tenue, leggiero, quale esce su l’alba
dal fuoco che al pastore arse la notte.
Ma i remiganti curvi sopra i remi
vedeano, sì, nel violaceo mare
lunghe tremare l’ombre dei Ciclopi
fermi sul lido come ispidi monti.
E il cuore intanto ad Odisseo vegliardo
squittiva dentro, come cane in sogno:
Il mio sogno non era altro che sogno;
e vento e fumo. Ma sol buono è il vero.
E gli sovvenne delle due Sirene.
C’era un prato di fiori in mezzo al mare.

Pisces:
Nella gran calma le ascoltò cantare:
Ferma la nave! Odi le due Sirene
ch’hanno la voce come è dolce il miele;
ché niuno passa su la nave nera
che non si fermi ad ascoltarci appena,
e non ci ascolta, che non goda al canto,
né se ne va senza saper più tanto:
ché noi sappiamo tutto quanto avviene
sopra la terra dove è tanta gente!
Gli sovveniva, e ripensò che Circe
gl’invidiasse ciò che solo è bello:
saper le cose. E ciò dovea la Maga
dalle molt’erbe, in mezzo alle sue belve.
Ma l’uomo eretto, ch’ha il pensier dal cielo,
dovea fermarsi, udire, anche se l’ossa
aveano poi da biancheggiar nel prato,
e raggrinzarsi intorno lor la pelle.
Passare ei non doveva oltre, se anco
gli si vietava riveder la moglie
e il caro figlio e la sua patria terra.

Mermaid:
E ai vecchi curvi il vecchio Eroe parlò:
Uomini, andiamo a ciò che solo è bene:
a udire il canto delle due Sirene.
lo voglio udirlo, eretto su la nave,
né già legato con le funi ignave:
libero! alzando su la ciurma anela
la testa bianca come bianca vela;
e tutto quanto nella terra avviene
saper dal labbro delle due Sirene.
Disse, e ne punse ai remiganti il cuore,
che seduti coi remi battean l’acqua,
saper volendo ciò che avviene in terra:
se avea fruttato la sassosa vigna,
se la vacca avea fatto, se il vicino
aveva d’orzo più raccolto o meno,
e che facea la fida moglie allora,
se andava al fonte, se filava in casa.

ConceptArtWorld ®:

Sussurrato daLuli

Scilla


Will you be a tangerine mermaid or an indigo one? Find out in this quiz!:

Nelle Metamorfosi Ovidio racconta la tragica storia dell’amore di Glauco per la bella Scilla.
Glauco era un pescatore della Beozia, forse il figlio di Poseidone, il dio del mare. Venne ad abitare a Capo Peloro, proveniente dalla Beozia. Costruitasi una barca con legno di pino, dopo averla dipinta di verde e di azzurro, si mise a fare il mestiere di pescatore con buoni risultati. Egli tratteneva per se quanto gli bastava e il resto del pescato lo dava ai suoi amici. Glauco era un bel ragazzo dagli occhi azzurri e dai capelli biondo rame lunghi e fluenti. Le nereidi Tetide, Anfitride, Panope e Galatea, in compagnia di sirenette e ninfe, venivano nei pressi di Capo Peloro per conoscerlo e parlargli. Glauco, giocava e scherzava con tutte, ma non mostrava interesse per alcuna. Un giorno passò da quelle parti Scilla, figlia bellissima di Forco. Quando la ragazza vide Glauco, se ne innamorò perdutamente, ma non osò manifestarsi, accontentandosi di guardarlo e aspettarlo.

http://haruchonns.tumblr.com/tagged/mermaid/page/3:

Glauco le sorrideva con simpatia e affetto e Scilla si infiammava sempre più di passione. Un giorno giunse in quei luoghi la maga Circe, sempre pronta ad innamorarsi di qualcuno, divenne amica di Scilla. Le due spesso andavano a fare il bagno nei laghetti o passeggiare lungo le spiagge. Un giorno Scilla raccontò del suo amore per Glauco, sperando, forse, che la maga potesse aiutarla. Circe chiese di conoscerlo e per questo Scilla la portò sulla spiaggia all’alba, quando Glauco si preparava per andare a pescare. Quando la maga vide il giovane ne restò colpita e si innamorò di lui a tal punto che disse a Scilla di cercarsi un altro uomo, perché Glauco faceva al caso suo. Scilla si sentì morire e supplicò più volte la maga. Alle insistenza di Scilla, Circe si indispose talmente da avvelenare le acque dove la ragazza faceva il bagno e da colpirla con una bacchetta magica su una spalla trasformandola in mostro.

Is the Dragon in her? Or is she in the Dragon?:

Secondo un’altra versione Scilla era una fanciulla bellissima e corteggiata che, però, respingeva ogni suo pretendente. Appena Glauco la vide, mentre si rinfrescava in una caletta d’acqua, se ne innamorò, ma Scilla fuggì rifiutandolo, come aveva fatto con gli altri. Glauco chiese aiuto alla maga Circe affinché preparasse un filtro d’amore per conquistare la bella fanciulla. Ma la maga, si invaghì di lui e, vistasi rifiutata, decise di vendicarsi su Scilla. Con erbe malefiche preparò una pozione e recitò un sortilegio con cui infettò le acque della caletta dove la giovane era solita riposarsi. Conclusione comune delle due versioni quando Scilla si immerse nelle acque si trasformò in un orribile mostro con sei teste e cani latranti che le spuntavano dai fianchi con bocche dotate ciascuna di una triplice fila di denti. Per l’orrore che ebbe di se stessa, Scilla si precipitò in mare e si nascose in uno scoglio di fronte all’antro dove dimorava l’altro mostro marino Cariddi. Condannata a vivere in quell’antro, da quel giorno Scilla sporgeva le sue teste per terrorizzare ed uccidere i naviganti che di lì transitavano o per rapirli quando le si avvicinavano.

Milo and the Siren Sister (Bite Me book 3):

Glauco disperato per il destino dell’amata fuggì, ma si rifiutò di unirsi a Circe che si era così crudelmente vendicata della fanciulla, sua inconsapevole rivale. Secondo un’altra versione, Scilla subì quella trasformazione per opera di Anfitrite, gelosa della Ninfa perché amata da Poseidone. E anche Dumas durante il suo soggiorno a Messina fu affascinato dai miti dello Stretto tanto da scrivere: -“Del resto, da un istante all’altro, tutte le asperità movimentate della costa ci apparivano più visibili: i villaggi si stagliavano bianchi e nitidi sul fondo verdastro del terreno; cominciavamo a scorgere 1’antica Scilla, quel mostro dal busto di donna e con la vita cinta da cani famelici, talmente temuta dagli antichi marinai e che l’indovino Eleno aveva così tanto raccomandato a Enea di rifuggire. Per quanto ci concerneva, fummo meno prudenti dell’eroe troiano; benché, come lui, appena scampati a una tempesta. Il mare era ritornato completa mente calmo, l’abbaiare del cani era cessato per lasciare posto al rumore delle onde che s’infrangeva.

il mio piccolo omaggio a Scilla

Sussurrato da  Luli

 

Io ti amo


The Path Beyond ~ Jane Small Fine Art:

Io ti amo.

ti amo perché

tutti gli amori del mondo

sono come fiumi differenti

che scorrono verso il medesimo mare:

lì s’incontrano

e si trasformano in un amore unico,

che diviene pioggia e benedice la terra.

 By Marie-Anne FOUCART:

Mi ricorderò di te per tutta la vita,

e tu ti ricorderai di me,

proprio come ci ricorderemo delle cose

che porteremo sempre con noi

perché non possiamo possederle.

Little Mermaid by Mily Knight - sad thing, this is the real story... the mermaid doesn't get the happy ending...:

Sussurrato da Luli

Metatron – Regni Elementali


0

Dal VERO Metatron – Regni Elementali. Parte 1
L’Arcangelo Metatron attraverso James Tipton (Tyberonn)
Il Regno delle Fate, degli Elementali, degli Unicorni e dei Draghi

“Ossequi a voi Maestri, Io sono Metatron, Signore della Luce! Vi saluto come portatore di Amore, di Amore Incondizionato. Ci riuniamo in questo momento di gioia per abbracciarvi ed onorarvi. Che anno fantastico si svolge davanti ai vostri occhi!
Questo è certamente un tempo annunciato, che avete atteso da eòni, alfine di parteciparvi. È l’Anno dell’Ascensione! Prendetevi il tempo per sentire la gioiosa energia che vi mandiamo da tutti gli angoli dell’Omniverso, da ogni aspetto del Cosmo. Carissimi, ci viene chiesto di parlare di un gran numero di argomenti affascinanti. Dell’Omni-Terra (che pubblicherò come seconda parte essendo troppo lungo il testo; ndt), delle Terre parallele e di quello che viene chiamatoil Regno degli Elementali.
Parleremo dello straordinario vortice di Skellig Michaël (isola irlandese; ndt) e l’ancoraggio del Firmamento di Newgrange, del paese della Dea e delle Fate.”

•°*”˜˜”*°•.ƸӜƷ ✶*☁ ¸ .✫ ♥ . .••.ƸӜƷ ┊☀┊☀¨`*•.•☂┊☀┊´*.¸☀.•☁ ☂´☁ ♥ ┊ ┊☂┊ ┊☀┊ ┊ ┊┊ ☀ه ه┊ ☀ ┊☁ ☂☁ ┊ ི♥ྀ ☀ ┊┊ ☀ه ه☂┊ ༺✿* *✿༻ ༺✿* *☂✿༻༺✿* *✿༻✿༻ Fantasy Life:

Il Reame delle Fate

Cominciamo con il Vortice di Skellig Michaël, l’Irlanda e le Fate. Maestri, uno degli aspetti particolari ed incantevoli dell’Irlanda è il contatto ragguardevole con le Essenze luminose e deliziose del Regno delle Fate e degli Esseri Dévici. Alcune parti del mondo hanno differenti tipi di elementali. Sul Pianeta, solo quelli poco numerosi che proiettano ciò che si può chiamare “il campo di energia a spettro completo” possiedono la totalità del Regno delle Fate in quantità e in qualità. E quelli tra loro, che permettono agli umani di “vedere” queste Creature e di interagire più efficacemente con esse, sono ancora più rari.

L’Irlanda ha, più di ogni altro luogo sulla Terra, il maggior numero e varietà di Fate ed Elfi, ed è lì che gli Spiriti di natura interagiscono in grado superiore con gli umani. È per questo motivo che il folklore irlandese è così ricco in questo settore. Vi esistono infatti parecchi gruppi diversificati di Esseri Dévici che abitano, fuori dal tempo, le verdi colline e le valli irlandesi. Benché ce ne siano anche in Inghilterra e in Europa, sono più accessibili in Irlanda, più brillanti, più espressivi, e sono dunque più facilmente avvicinabili. A causa delle energie che vi si trovano, è possibile in questo bel Paese, non solo vedere lucidamente Esseri Dévici durante lunghi periodi di tempo, ma anche essere assolutamente consci della realtà di una comunicazione, di una interazione con loro. Questo ci porta a parlare della Terra parallela, di un’altra dimensione concentrica, del Regno Eterico, della materia e dell’antimateria (étere; ndt), del Reame angelico Dévico (Sono chiamati Deva angelici tutti gli Enti che sono preposti ai vari dominii dei Regni della natura come i quarzi, le pinete o le api per dare qualche sporadico esempio; ndt).

Fairy:

Maestri, l’Ascensione non avviene solo sulla Terra materiale, ma anche sulle Terre parallele. L’allineamento con il Centro galattico provoca anche un aumento considerevole del flusso di energia ionizzata chiamata plasma di antimateria, verso i poli planetari. Le Terre parallele esistono in risonanza dell’antimateria, in cui si trova un’enorme gamma di energie. Nel 2012 ci sarà un’espansione delle dimensioni parallele che consentirà una migliore percezione dei campi di frequenza più elevata. Condividiamo con voi una grande Verità che può turbare alcuni, sapere cioè, che lo spazio tra il Regno Angelico e il dominio materiale umano è il campo dell’antimateria (piano eterico; ndt), e la composizione plasmatica di questo è ciò che voi chiamate “Terra Parallela o Omni Terra”. Le connessioni con il vostro corpo eterico attraverso il sistema dei chakras sono, in un certo senso, gli acceleratori che hanno dei coni aperti nell’àmbito dell’etere. Questo sarà conosciuto da tutti gli uomini delle prossime generazioni. Voi designate sovente l’antimateria con il nome di materia oscura. In verità, e ironicamente, ciò che chiamate materia oscura ha più luce e più alte frequenze della materia fisica. Solo dei campi elettromagnetici cristallini particolari possono portare il plasma dell’antimateria e questa ha diversi strati o dimensioni di intensità. (Il plasma, detto anche energia vitale o prana è la sostanza di cui è composto l’etere o antimateria; ndt) 

Ming Dynasty by *peacheriie on deviantART More #fantasy pics at www.freecomputerdesktopwallpaper.com/wfantasyten.shtml Thank you for viewing!:

Il vostro campo Mer-Ka-Na sviluppato può certamente portare questa energia, e trasportarvi con essa. E noi aggiungiamo che il centro della vostra esistenza si trova nel piano eterico, la vostra dimora, prima di entrare nella dualità della materia fisica. Le connessioni con il vostro corpo eterico attraverso il sistema dei chakras sono, in un certo senso, gli acceleratori che hanno dei coni aperti nell’àmbito dell’etere. Questo sarà conosciuto da tutti gli uomini delle prossime generazioni. Voi designate sovente l’antimateria con il nome di materia oscura. In verità, e ironicamente, ciò che chiamate materia oscura ha più luce e più alte frequenze della materia fisica. Solo dei campi elettromagnetici cristallini particolari possono portare il plasma dell’antimateria e questa ha diversi strati o dimensioni di intensità. (Il plasma, detto anche energia vitale o prana è la sostanza di cui è composto l’etere o antimateria; ndt) Il vostro campo Mer-Ka-Na sviluppato può certamente portare questa energia, e trasportarvi con essa. E noi aggiungiamo che il centro della vostra esistenza si trova nel piano eterico, la vostra dimora, prima di entrare nella dualità della materia fisica.

Random Spacescene by ~Kamikaye on deviantART:

Pangea, la Terra Pre-umana

Molto prima che l’umanità apparisse sulla Terra, tutto il Pianeta conteneva in sé le forze della natura chiamate Elementali. Questi aspetti materiali erano completi, non solo sotto forma di densità energetica fisica, ma anche come spettro completo di materia e antimateria, in cui le forme viventi sono state proiettate e diversificate con la piena coscienza della vita “elementale”. Tutto ciò esisteva dunque nei cinque elementi o matrici: “Aria, Acqua, Terra, Fuoco ed Etere”. La materia, vedete, esiste in varie gamme di frequenza, come la luce. All’inizio delle sue esplorazioni sul piano terrestre, l’Anima umana entra in uno stato non-fisico, in una forma-pensiero in cui la mente ha, ovviamente, la capacità integrale di formare e modellare l’energia-materia e di penetrarvi in piena coscienza. Molte Anime hanno trovato espressione in ciò che può essere definito Regno elementale, o piuttosto la matrice elementale, in quelle ere pre-fisiche. È per questo motivo che molti di voi si relazionano così potentemente con questi Spiriti di Natura. Perché, in effetti, in tanti hanno cominciato a sperimentare la vita sia all’interno che all’esterno della proiezione eterica (creata col pensiero; ndt) della matrice elementale.

Fanart - Nausicaa, Valley of the Winds, Studio Ghibli, Miyazaki:

Certamente ci sono molti Umani che hanno sperimentato belle forme elementali in ciò che può venire paragonato agli Esseri di Luce del Regno delle Fate. Tali espressioni di vita non erano manifestazioni fisiche dello Spirito Divino. Numerosi sono coloro che associano questo ad una vita nella Lemuria o Mu, ma questo ha avuto luogo prima che il Pianeta fosse nella dualità. È stato sulla Terra pre-umana del Firmamento originale. Non è esatto parlare di quell’epoca in termini di tempo lineare. Né il tempo, né lo spazio esistono nelle modalità in cui voi pensate. Certi periodi sono inseriti come ologrammi ed esistono nelle dimensioni parallele. C’è un unico Presente simultaneo perché il tempo e lo spazio sono entrambi manifestazioni della Luce come un pensiero “congelato”. (Siccome il pensiero crea, istantaneamente esiste quella determinata realtà senza parametri cronologici né spaziali in quanto tutto è privo di consistenza materiale; è quest’ultima, con la sua bassa frequenza, che dà l’illusione del tempo e dello spazio. Per esempio: se “penso” di portare un bicchiere alla bocca, avviene nel momento in cui lo concepisco, ma se ho il corpo, il movimento richiede il suo “tempo” in rapporto al lento ritmo vibratorio dell’energia materia. ndt).

astronomy, outer space, space, universe, stars, nebulas, planets:

La migliore approssimazione in termini di data per questo periodo è di circa 300 milioni di anni fa. In quell’epoca, nella fase della Terra olografica, i continenti erano molto diversi rispetto ad oggi. Il moto centrifugo della Terra aveva un asse diverso di rotazione. Il tempo non esisteva come concetto lineare fisso, e l’espressione spaziale era molto più fluida. Il pensiero alterava immediatamente la coscienza. Voi siete quasi tutti arrivati sulla Terra in quel periodo pre-umano, come delle Potenzialità pensative e avete sperimentato la Terra non collegati alla sua griglia o alla gravità. Avete vissuto questo un po’ come un’avventura, una manifestazione del pensiero, viaggiando qui e là istantaneamente e smaterializzandovi a volontà. È stata un’éra di non-polarità, prima che la Terra cadesse dal Firmamento nella densità (Periodo Adamitico; ndt) e divenisse l’Università del Dualismo. Era una Terra diversa, una Terra di (somma) purezza elementale. Gli aspetti morfologici della Terra pre-umana hanno subìto innumerevoli periodi di grandi cambiamenti. Gli oceani sono saliti a livelli molto maggiori di quelli dei vostri mari attuali.

Le terre emerse erano concentrate in un’unica massa chiamata Pangea, molto prima della deriva e della separazione dei continenti, molto prima di Atlantide e Lemuria. In quei tempi, numerosi furono coloro che scelsero di esprimersi sotto forma di proiezioni di pensiero e di fare l’esperienza dei Giardini della Terra attraverso le forze elementali che hanno delineato il Pianeta. Queste manifestazioni come Esseri di una natura semi-fisica, non ancora realmente materiale, hanno permesso di sperimentare la consapevolezza con i domini dell’aria, dell’acqua, della terra e del fuoco. Ci sono delle vaghe reminiscenze di questo nelle leggende dimenticate concernenti le Fate, le Sirene, gli Elfi, i Draghi, i Troll, gli Gnomi ecc…

This your crown chakra on universal energy!

Elementali e Intelligenza Divina

Ciò che noi chiamiamo Regno Dévico è costituito essenzialmente da figure proiettate (forme pensiero di energia eterica; ndt) dei regni elementali, minerale e vegetale, che trovano un’espressione cosciente e dinamica attraverso veicoli di energia elettromagnetica ed elettro-cristallina. Alcune forme sono più avanzate di altre. Quelle delle Fate possiedono una perspicacia eccezionale, mentre altre sono più paragonabili ai campi inferiori dei volatili o Regno alato, vale a dire che questi sono più consapevoli di uno schema-pensiero di gruppo piuttosto che di una coscienza individuale. La sagacia superiore delle Fate le porta più volentieri ad interagire più facilmente con certi umani, ma la maggioranza inferiore è meno attratta da questa interazione ravvicinata e si tiene a distanza, come un passero o un tordo che fuggono se ci si avvicina troppo. Non tutte le forme Déviche sono così positive o benevole in natura come potreste pensare. Certune sono un’unica coscienza originata dai campi elettromagnetici e ne consegue che il positivo, così come il negativo, sono necessari per equilibrare lo spettro elettrico che vedete. Alcune di loro considerano gli umani come fratelli, altre no. Certe proiettano l’essenza vibratoria dell’Amore supremo, altre sono un po’ maliziose e birichine. Ma tutte sono delle forme elettriche di vita bio-plasmatica per così dire.

Il Regno delle Fate è costituito da elementali basati sulla Luce generalmente originata dall’aria. Ne esistono varietà che provengono dall’acqua o dalle piante. Nel vostro folklore, queste ultime sono chiamate Elfi o Folletti, ed hanno una vibrazione positiva di grande eccitazione che causa spesso negli Umani una sensazione associata al fascino e alle risa. Queste creature sono reali ed esistono su tutto il Pianeta. Tendono a raggrupparsi in aree di alta energia, in luoghi chiamati nodi di potere o siti sacri. Ma questi luoghi sono chiamati sacri e potenti proprio perché i veli dimensionali sono più sottili. Tutte le specie di Fate sono particolarmente attratte dal gorgoglìo dei ruscelli, dalle piccole cascate, dalle fontane, dalle piante, dai funghi e specialmente dalle felci e dai fiori.

The Eternal Forest by depingo on DeviantArt:

Il Regno degli Elfi

Questi sono Esseri Dévici emanati dalla Terra. Essi comprendono gli Elfi, gli Gnomi e i Troll. Vivono nelle foreste e nelle radure boschive e le loro parvenze sono particolarmente associate all’Uomo Verde. In verità, tutti gli elementali sono interconnessi, ogni aspetto dipende da altri, come le piante necessitano della terra, dell’acqua e della luce.

Edgar Cayce, tra altri, ha menzionato delle esperienze reali e delle interazioni con le Fate, i Folletti e gli Elfi per tutta la sua infanzia. Il canale ha condiviso delle esperienze su Skellig Michael (isola irlandese; ndt) con gli Spiriti di Natura tramite un contatto visivo prolungato. La possibilità di “vedere” è un aspetto del campo d’energia a Skellig e in altri luoghi dell’Irlanda dove i campi dimensionali sono concentrati e in sovrapposizione in un modo molto più percettibile. 

Eimi are water spirits that only dwell on one island. They are nether good or evil but are shadows in the war.:

Draghi, Sirene e Unicorni

Maestri, quello che vi diremo ora sorprenderà molti di voi, ma il gran numero di Creature Eteriche include anche quelle che chiamate Unicorni, Sirene e Draghi. Questi esseri benevoli e totalmente coscienti esistono e fanno parte della Terra quanto gli Umani.

Possiedono un’arguzia speciale e sono estremamente evoluti. Sono i Protettori dell’Umanità e del Pianeta e si stanno risvegliando ad un più grande ruolo nel Passaggio dimensionale Cosmico.

Le Sirene e i Tritoni fanno parte dell’aspetto elementale del Dominio del Mare e dell’Acqua. Essi sono i Guardiani delle acque e sono dotati di un’acutezza singolare. Molti di voi hanno vissuto sotto questa forma sulla Terra pre-duale. (così come abbiamo descritto; (ndt). Queste Creature sono viste dai delfini e dalle balene che interagiscono amorevolmente con loro. Ma sottolineiamo che delfini e balene sono degli esseri fisici altamente evoluti, mentre le Sirene pur essendo ad un livello elevato nella matrice elementale, non sono fisiche (ma eteriche; ndt).

A Curious Introduction by Aimee Stewart Something like this for baby girl!! Now I know what to do her side of the room in :):

Gli Unicorni

Essi sono proiezioni coscienti della “Spiritualità” di animali e del pensiero umano, sommati insieme, in sembianze eteriche dai cinque Regni elementali. I vostri Nativi interagiscono spesso con forme evolute, consapevoli del Regno animale come nei totem che includono l’Orso, il Lupo, il Puma ed altri… Il processo di interazione con l’energia dello Spirito di gruppo di questi animali ha creato una vera e propria interconnessione delle forme-pensiero in cui è stata prodotta un’energia molto reale sotto forma eterica. Non si tratta di energie elementali, ma di Forze molto conscie dell’antimateria o Reame eterico. Siccome l’Unicorno era incluso in modo focalizzato nel folklore di aree della Gran Bretagna, dell’Irlanda e dell’Europa, queste forme esistono coscientemente e autonomamente, soprattutto nei campi di energie concentriche dell’Eire, della Francia e dell’Inghilterra sud-occidentale.

Vale la stessa cosa per lo Spirito del Bisonte, dell’Aquila, dell’Orso, del Lupo, del Giaguaro ed altri che esistono in forma manifesta (sempre eterica, ma che può anche apparire; ndt) in alcune zone delle Americhe, dove l’energia è abbastanza potente per una totale proiezione dimensionale possibile. Le forme-pensiero sono reali assolutamente in innumerevoli aspetti. Edgar Cayce allude alla forma-pensiero di un personaggio shakespeariano, Cassio, che ha partecipato ad uno dei suoi corsi in Virginia Beach, ed era molto cosciente e desideroso di imparare. Ve lo immaginate? (In questo caso, qualche entità burlona “anima” provvisoriamente la forma-pensiero per dare maggiore credibilità alla cosa; ndt). Anche se queste creazioni non sono di origine elementale, sussistono nelle stesse frequenze dimensionali, in parallelo con le energie degli elementi.

This is so beautiful!:

I Draghi Sacri

Sono Esseri benevoli e pienamente coscienti. Esistono effettivamente e sono vissuti sulla Terra molto tempo prima dell’uomo. Sono dotati di un’intelligenza straordinaria ed estremamente avanzati. I Draghi sono i Paladini dell’Umanità e del vostro mondo, rivestono una più alta funzione nella Trasformazione Cosmica. Sono Maestri di ciò che viene chiamata Kundalini terrestre e, in quanto tali, impegnati nei settori di ingegneria delle ben conosciute Dragon line-currents (linee-correnti) e delle Ley-lines che sono in realtà le arterie della forza vitale sul vostro Pianeta. Essi assumono ora un ruolo maggiore, specialmente nella formazione di nuove linee di energia entro le emissioni elettromagnetiche cristalline della Mutazione Cosmica o Espansione della Cristallizzazione, detta anche Ascensione all’interno delle correnti Ley della Terra. Non avete forse avuto nelle vostre culture dei tempi antichi racconti e leggende che evocavano questi Esseri? C’erano persino delle religioni in Asia che li adoravano. Essi sono altamente avanzati e pienamente coscienti, e sono sulla Terra fin dall’inizio. Asseriamo che ci sono benevoli “Dragoni angelici” che si trovano tra i Maestri Ascesi.

Non confondeteli con i draghi malvagi dei miti e delle tradizioni che rapiscono e trattengono le principesse in castelli e grotte. E non credete alle teorie provocatorie sensazionalistiche della presa di controllo del vostro Pianeta da parte di Rettiliani malevoli. Le vostre leggende Arturiane (di Re Artù; ndt) che includono draghi sputafuoco e principesse catturate sono davvero miti e le descrizioni sono distorte e molto ottuse. Vi diciamo che in precedenza, nel periodo pre-Lemurico e pre-Atlantideo, dei Draghi malevoli provenienti da Zeta Reticuli entrarono nell’àmbito terrestre. Ma furono combattuti e cacciati dai Draghi benevoli che sono ancora sul vostro Pianeta. Anche se il loro numero è sceso notevolmente, sono sempre stati lì, sono i grandi Protettori del vostro mondo e lavorano (come già detto) a stretto contatto con le energie della kundalini planetaria.

Dragon:

Ora, ci sono anche Extraterrestri di natura rettiliana che esistono davvero. Proprio come gli Esseri umani, alcuni sono benevoli e altri aggressivi. Ci sono stati periodi, durante l’evoluzione della Terra, in cui Individui rettiliani hanno tentato di entrare nel piano terrestre, e non sempre con buone intenzioni. Essi NON SONO quegli esseri di cui stiamo parlando. Ancora oggi, i termini “drago, serpente o rettile” fanno rabbrividire di paura gli Umani del mondo occidentale e li conducono ad associarli con il male o a considerarli come miti popolari. La metafora di San Giorgio che uccide il drago o altre versioni di questa storia sono state pianificate dalla Chiesa per sradicare il paganesimo e stabilire il suo regno. Ma in numerose altre culture e religioni, soprattutto in Asia, il Drago era onorato e considerato una fonte di saggezza, di Divinità e di “buona fortuna”. Esiste una forma Dévica di Esseri “dragoneschi” nel regno elementale, ma questi non sono i Draghi Sacri Pienamente Consapevoli di cui parliamo. Piuttosto, sono figure coscienti di elementali, proiezioni dell’elemento Fuoco. Gli indigeni spesso si sono serviti di Enti Dévici del Fuoco nelle loro cerimonie, nominandone uno Guardiano ed un altro Parlatore nelle ricerche di visione e nelle danze rituali. Ci sono anche proiezioni elementali del Fuoco chiamate Glifi o Salamandre di fuoco eterico. 

Queste Creature molto coscienti, delle quali stiamo parlando, vivono nella Terra interna, in particolare nelle regioni vulcaniche, e alcune tra loro sono attirate dalle alte montagne cristalline. Esse non fanno parte del Regno elementale elettromagnetico, anche se sono strettamente allineate con le energie cristalline ed elettromagnetiche della Terra. Alcune di loro sono di enormi dimensioni, misurano fino a 50 metri di estensione e irradiano una Luce dorata. Esistono principalmente in una frequenza parallela più elevata, ma anche corporalmente nel vostro mondo fisico. Esse, attivamente impegnate nei ritmi energetici del vostro Pianeta, sono anche i Guardiani di alcuni dei vostri portali interdimensionali e certamente dotate di grande intelligenza, sia per il piano fisico che eterico.

Elves Faeries Gnomes:  #Faery ~ "Stargazer," by Anne Stokes.:

Gli Esseri cristallini

Molti di voi sono al corrente della coscienza delle Gemme e dei Cristalli e in tanti lavorano con gli Esseri Cristallini (senza saperlo; ndt). Essi sono la più alta forma di proiezione elementale minerale e possiedono una sensibilità molto accentuata. I Cristalli sono coscienti della natura e struttura geologica nel cuore della proiezione del Regno Minerale. I Cristalli e le Pietre preziose hanno una coscienza di natura tripla e sono in grado di agire come Guardiani dei luoghi, Trasmettitori e Ricettori, con tutta la loro Essenza. Essi veicolano la Luce, e questa si espande consapevolmente nella perfezione matriciale della forma cristallina. Le zone dove si trovano dei Cristalli naturali proiettano un aspetto elementale particolare che si manifesta sotto forma di orbs (sfere luminose; ndt) e di correnti scintillanti. L’Arkansas e Il Brasile abbondano con gli aspetti di questo tipo. Gli Esseri cristallini pienamente consapevoli incarnati in Atlantide, non dovevano pagare per sostenersi, ma tutte le necessità fisiologiche erano naturalmente soddisfatte dalla struttura della loro civiltà. È una parte naturale della composizione genetica cristallina di funzionare sulla base dell’amore incondizionato.

Kagaya  "Eternal Salvation":

All’interno di questo paradigma dare e ricevere sono equilibrati; appena si concedono i propri doni e talenti, questi automaticamente sono ricompensati avendo soddisfatte tutte le proprie necessità. Appena si diventa di “forma cristallina”, si chiariscono i modelli emotivi di utilizzo, producendo un equilibrio fra il dare e il ricevere. Ogni sforzo che ogni essere umano fa è ricompensato con un equivalente pagamento per lo sforzo prodotto. Nel tempo, questo porterà alla fine della ricompensa non adeguata al tempo e all’energia impiegata per ogni progetto. Per esempio, quegli individui che sono pagati in eccesso rispetto al loro contributo (come le stelle del cinema o gli sportivi) non saranno più pagati in eccesso ma saranno ricompensati in proporzione all’energia spesa. Al contrario, quelli che sono mal pagati per le energie che offrono, saranno pagati con un ammontare uguale al loro contributo. Appena sarà raggiunto questo equilibrio in ogni essere umano, non ci saranno più i poveri e i senzatetto, e l’accumulazione e l’avidità finiranno.

(Fine della prima parte. -Traduzione: Sebirblu.blogspot.com Fonte: earth-keeper.com)

Arroway tried to get away, but she'd never be out of the Prince's reach.:

Sussurrato daLuli

Soulmates


0 fata libe,

Farò della mia anima uno scrigno
per la tua anima,
del mio cuore una dimora
per la tua bellezza,
del mio petto un sepolcro
per le tue pene.
Ti amerò come le praterie amano la primavera,
e vivrò in te la vita di un fiore
sotto i raggi del sole.
Canterò il tuo nome come la valle
canta l’eco delle campane;
ascolterò il linguaggio della tua anima
come la spiaggia ascolta
la storia delle onde.

0 sirena luna

Sussurrato daLuli